fbpx
skip to Main Content

Covid-19: quali Paesi sono aperti e dove si può studiare all’estero

Dove si può andare a studiare all’estero? Tutti i paesi sono aperti o alcuni sono ancora impossibili da raggiungere?

Ecco cosa devi sapere per pianificare al meglio un’esperienza di studio fuori dall’Italia ai tempi del Covid-19.

Il Covid ha ridisegnato la geografia dei viaggi studio. Se stai pensando di partire per un soggiorno linguistico o per un percorso di studio presso una scuola superiore o un’università all’estero devi sapere che ad oggi non tutti i Paesi del mondo sono aperti e che ogni Paese ha regole di ingresso differenti.

Da Marzo del 2020 l’emergenza legata al Covid-19 ha costretto molti Paesi a limitare o impedire del tutto l’accesso agli stranieri. Una decisione drastica dettata dall’esigenza di contenere il più possibile la diffusione della pandemia. Alcuni Paesi come Australia e Nuova Zelanda oppure Argentina sono ancora chiusi da allora ed è impossibile accedere come turisti o anche solo come studenti. Su questi Paesi non ci sono previsioni sulla riapertura, ma di certo non avverrà prima del 2022 anche perché i piani vaccinali sono in grande ritardo.

Restando nell’emisfero australe è diversa la situazione in Sudafrica dove è possibile entrare liberamente per corsi al di sotto dei 3 mesi e il visto di studio è necessario solo per programmi dai 3 mesi in su.

Altri Paesi invece hanno cercato appena possibile di dare la possibilità agli studenti internazionali di tornare a studiare, anche se con regole abbastanza stringenti. È il caso ad esempio del Canada che a Ottobre 2020 ha riaperto i confini a chi chiedeva lo study permit e che dal 7 Settembre 2021 consente l’accesso anche a chi ha un visto turistico, previa vaccinazione completata 14 giorni prima dell’arrivo. In particolare puoi studiare in Canada con visto turistico se il tuo corso dura meno di sei mesi.

Negli Stati Uniti invece si entra solo con visti di studio (categorie F e M) oppure J (scambi culturali) che è quello usato per il semestre o anno scolastico negli USA.

In Europa la situazione è meno complessa perché da una parte la campagna vaccinale è stata massiccia al pari di quella condotta in Nord America, sia perché l’Unione Europea ha cercato di mantenere il più possibile aperti gli scambi tra un Paese e l’altro nonostante la pandemia. 

Semaforo verde quindi se vuoi frequentare una scuola superiore in Irlanda, Spagna, Francia o Germania. Anche il Regno Unito è finalmente aperto per gli studenti internazionali. Se vuoi frequentare una scuola superiore in Inghilterra oppure un corso di lingua per meno di sei mesi non serve un visto. 

Bisogna vaccinarsi per studiare all’estero?

Se la tua intenzione è quella di partire per un’esperienza di studio sarebbe opportuno avere il vaccino Covid-19. In alcuni paesi è possibile accedere anche se non si è vaccinati, ma è necessario effettuare una quarantena all’arrivo oltre ai tamponi di rito prima della partenza e all’arrivo.

Per informazioni aggiornate sulle regole di accesso per gli studenti internazionali ti consigliamo di consultare sempre il sito ViaggiareSicuri e di contattarci per capire nel dettaglio tutto quello che serve per organizzare il tuo viaggio studio in sicurezza.

Scopri l’offerta Trinity ViaggiStudio per studiare all’estero.
Possiamo aiutarti a trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze!

Contattaci se vuoi maggiori informazioni:

GG slash MM slash AAAA
Sei:
* Campi obbligatori

Back To Top