skip to Main Content

5 CONSIGLI PER UN CV PERFETTO

Le parole d’ordine per creare un curriculum perfetto sono cura, precisione e personalizzazione.

Il tuo CV dovrà essere adattato a seconda della posizione e dell’azienda per cui ti candiderai: un ottimo trucco è quello di partire dall’annuncio di lavoro ed evidenziare quanto è in linea con le abilità richieste, adattando il più possibile il tuo percorso di formazione e lavorativo in modo che risultino in sintonia con la specifica opportunità professionale.

Il CV perfetto è quello che ti presenta per ciò che sei e che sai fare. Ecco 5 consigli per un cv perfetto, da seguire per farti conoscere al meglio.

LINEE GUIDA

Quando scrivi il tuo CV, tieni a mente queste linee guida che ti permetteranno di aumentare le tue chances di assunzione dopo l’invio del tuo curriculum.

  • La lunghezza non dovrà superare le 2 pagine, ma, nel caso in cui tu sia uno studente o un neo-laureato, riducile ad una soltanto: è sempre meglio sintetizzare le informazioni più importanti ed eliminare le esperienze che non sono in linea con la tua candidatura.
  • Evita il classico modello standardizzato Europass, a meno che non sia espressamente richiesto dall’annuncio. Un consiglio? Su Canva trovi diversi template più creativi ed originali.
  • Allega al tuo CV una Cover Letter di presentazione. Questa servirà a far capire al tuo futuro datore di lavoro perchè tu sei proprio la persona che sta cercando.

DATI PERSONALI

Il curriculum vitae perfetto deve contenere necessariamente una sezione, posizionata a inizio pagina, con il nome completo e il titolo professionale. Ad essa dovrai aggiungere i tuoi contatti: numero di telefono, indirizzo e-mail, indirizzo di residenza ed eventualmente, se in linea con la posizione a cui ti stai candidando, i tuoi contatti Social e il tuo nome Skype. La foto non è obbligatoria, ma se scegli di metterla, è importante che sia professionale.

OPENING STATEMENT

Dedica una sezione del tuo curriculum, preferibilmente all’inizio, scrivendo in prima persona e in circa 3 righe un breve riassunto di te: chi sei, i tuoi punti di forza e perché faresti la differenza se ti assumessero. Questa parte è molto importante per farti conoscere, e permette al datore di lavoro di avere un’idea di te per capire se sei il candidato ideale per quel lavoro.

PERCORSO FORMATIVO

Per quanto riguarda le esperienze di studio, è opportuno includere titolo di studio e la scuola, con eventuali esperienze formative all’estero ed eventualmente il voto di diploma o di laurea. Ordina i tuoi studi dal più al meno recente.

ESPERIENZE PROFESSIONALI

La parte più importante del curriculum vitae perfetto è senza dubbio quella delle esperienze lavorative.

Elenca gli impieghi e i tirocini che ritieni ti qualifichino e ti rendono un ottimo candidato per il lavoro per il quale ti stai applicando.

Per ogni esperienza professionale inserisci il nome dell’azienda, la posizione e descrivi brevemente in cosa consisteva il tuo ruolo.

ABILITÀ E HOBBY

Non dimenticare di scrivere le competenze tecniche e linguistiche significative per la posizione per cui ti candidi, che arricchiscono la tua immagine e sono decisive per una possibile assunzione. Anche le famose soft skills o competenze trasversali ricoprono un ruolo fondamentale: si tratta delle capacità relazionali e comportamentali, frutto di esperienze vissute, professionali e personali.

Infine, se hai hobby e passatempi che potrebbero risultare rilevanti per la tua applicazione e farti spiccare rispetto agli altri candidati non avere timore di inserirli.

Ricordati sempre che scrivendo il tuo CV stai facendo il primo passo per rispondere alle offerte di lavoro o per proporti ad un’azienda: adesso che hai letto tutti i consigli per un CV perfetto, non ti resta che metterti all’opera.

 

 

Un altro articolo che potrebbe interessarti:

Lascia un commento

Back To Top